fbpx

News e nuove aperture

26 novembre 2018

Parlano di noi: Ristorando – “L’anno del boom”

Occupazione, giro d'affari ed espansione all'estero: il 2017 è stato l'anno dei record per il franchising italiano.

Di più, la crescita delle opportunità per donne e giovani sono ulteriori segnali positivi di un business in pieno boom.

Il dinamismo del franchising è legati, in buona parte, anche all'appeal che esercita. Secondo un sondaggio condotto da Federfranchising con SWG, tre italiani su dieci sognano di aprire un'attività affiliata, per essere finalmente "padroni di se stessi" e per provare un'esperienza lavorativa "diversa".

Per quanto riguarda la ristorazione, con un portfolio di oltre 100 locali aperti in Italia e all'estero, Cibiamogroup è uno dei protagonisti della ristorazione Fuori Casa in Italia. Una posizione conquistata proprio grazie al franchising. Sono infatti quasi 100 i locali affiliati: 38 La bottega del Caffè, 32 IL FORNO di cibiamo, 27 Virgin Active Café e 1 Mondadori Café.

Proprio con La bottega del Caffè, che propone un nuovo concetto di caffetteria made in Italy, sono state aperte quattro location dall'inizio del 2018, superando i 40 pdv, tra cui quello inaugurato a Cannes, che segna l'avvio della "campagna di Francia", che prevede nuove aperture nel Paese transalpino.

Il primo punto vendita del gruppo ligure era stato inauguratop nel 1992 all'interno del centro commerciale Centroluna a Sarzana (SP), antesignano di una espansione che ha avuto nei mall il suo terreno preferenziale, con una maggiore concentrazione in Lombardia, Liguria, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna.

"Oltre agli shopping center, siamo presenti all'interno di importanti stazioni ferroviarie (Bologna, Verona, ecc) e, a seguito del restyling che ha caratterizzato i nostri format, siamo pronti a valutare anche location in high street come quella inaugurata di recente sulla Croisette", dice il Presidente della società, Alessandro Ravecca. A tale riguardo aggiunge: "Attualmente non abbiamo accordi di master franchising in essere ma siamo interessati a realizzarli specialmente per proseguire nello sviluppo all'estero delle nostre insegne".

Pensata quindi per lo shopping center, la proposta f&b di cibiamo sta crescendo anche al di fuori di questo contesto, grazie a concept pensati ad hoc ed alla rimodulazione dell'offerta gastronomica: "Quando abbiamo studiato un format per il centro storico come Mondadori Café, abbiamo elaborato un'offerta fortemente orientata a rispondere ai bisogni di una clientela cittadina in cerca di prodotti sani e gustosi per la pausa pranzo. Anche per la versione high street de La bottega del Caffè abbiamo scelto di integrare la nostra classica lista di prodotti con una gamma più ampia di salati, come pizza e focacce gourmet e alcuni piatti", risponde il Presidente. "Questa ulteriore ricerca è finalizzata ad aumentare lo scontrino medio perché, se la presenza in un centro commerciale garantisce una certa stabilità, grazie ai flussi di clientela e fatturati costanti durante tutto l'anno, con picchi nei mesi di agosto e dicembre, al di fuori di questo ambito non solo le variabili sono meno controllabili e standardizzabili ma anche i cambiamenti della concorrenza sono più frequenti e meno calcolabili".

 

Per leggere l'articolo completo uscito sul numero di novembre di Ristorando:

Scarica il PDF